#ciaoNETFLIX

a cura di Sebastiano Marconcini

Se il 21 ottobre 2015 rimarrà sempre il giorno in cui Marty McFly e Doc arrivano nel futuro, il 22 ottobre sarà invece ricordato come il giorno in cui Netflix è finalmente sbarcato in Italia. Non ha ormai più bisogno di presentazioni, ma per chi ancora non lo conoscesse è il più famoso servizio di streaming e ha cambiato il modo di fare serie tv. Oltre a consentire la visione di un ricco pacchetto di film e telefilm, dal 2013 la società ha deciso di produrre serie originali i cui episodi della stagione vengono contemporaneamente resi disponibili online, cambiando il modo di guardarli e lo stile di realizzazione. Ma cosa più importante Netflix è diventato un vero e proprio sinonimo di qualità.

Quale modo migliore di celebrare l’evento se non recuperare la visione delle migliori serie tv originali Netflix? Ecco per voi un breve recap.

TRE SERIE DRAMA ORIGINALI NETFLIX DA NON PERDERE:

#ciaoNetflix2

House of cards:

In realtà non potrete vedere la serie sul servizio streaming, almeno per il momento, visto che in Italia questa ne ha ceduto i diritti. House of cards, prima serie originale Netflix e remake di una serie della BBC del 1990, parla di politica e vede protagonista indiscusso Frank Underwood, un immenso Kevin Spacey, intento ad attuare la sua vendetta per una promessa non mantenuta. Un interessante sguardo sui giochi di potere dove si è veramente disposti a tutto. Intriga anche la rottura della quarta parete, con il protagonista che si rivolge direttamente allo spettatore.

Orange is the new black:

Al confine tra drama e comedy, infatti fino all’anno scorso concorreva per i principali premi nelle categorie comedy, la serie vede Piper Chapman (Taylor Schilling), donna ormai appartenente all’alta borghesia newyorchese, venir rinchiusa in un carcere femminile per un crimine vecchio di dieci anni. Qui incontra donne con altre storie da raccontare. Personaggi “bizzarri”, ma alla fine solo vittime della propria umanità. Una serie che ha fatto della coralità il suo punto di forza.

Sense 8:

L’approdo televisivo dei fratelli Wachowski, sì proprio quelli di Matrix, che anche qui riprendono il tema che caratterizza la loro carriera: la connessione. Otto individui, completamente diversi fra loro e sparsi per il mondo, si troveranno improvvisamente legati gli uni agli altri e con numerose sfide da affrontare. Come sempre i Wachowski riescono qui a mettere in luce le loro qualità registiche, ma soprattutto a dividere il pubblico tra chi grida al “capolavoro” e chi alla “cavolata”. A voi la scelta, di certo vale la pena darci un’occhiata.

TRE SERIE COMEDY ORIGINALI NETFLIX DA NON PERDERE

#ciaoNetflix1

Grace and Frankie:

Le protagoniste del titolo sono due donne settantenni che vengo lasciate dai rispettivi mariti, soci in affari segretamente innamorati da lunghi anni e che decidono di fare coming out. La particolare situazione porterà le due donne a convivere, nonostante siano caratterialmente agli antipodi. Il bello di questa comedy è che oltre a momenti veramente divertenti e mai scontati, ci regala interessanti riflessioni. Da ricordare infine il cast stellare: Jane fonda, Lily Tomlin, Martin Sheen e Sam Wareston.

Wet Hot American Summer – First day of camp:

Miniserie prequel al cult movie Wet Hot American Summer, parodia demenziale dei teen movie anni ’80 che dopo un primo flop iniziale è stato rivalutato negli anni successivi data la presenza nel corposo cast di alcuni futuri personaggi di spicco (Bradley Cooper, Amy Poehler, Elisabeth Bank e Paul Rudd giusto per citarne alcuni). Non una serie irrinunciabile, ma, per la comicità spiazzante e sopra le righe che regala buone risate, l’effetto nostalgia anni ‘80 ed il folto gruppo di attori che vi recitano merita almeno una visione.

Arrested Development:

In realtà la serie non è originale; è andata in onda per tre stagioni sulla Fox tra il 2003 e il 2006. Poi nel 2013, per la gioia dei fan della serie, Netflix ha deciso di “resuscitare” Arrested Development e produrre una quarta (e adesso si sta parlando di una quinta) stagione. Le vicende narrate riguardano la disfunzionale famiglia Bluth, anche qui interpretata da un ricchissimo cast di prim’ordine. Una vera e propria serie icona della comicità e, nonostante la quarta stagione non abbia convinto appieno, può essere l’occasione per recuperare le prime stagioni.

UNA SERIE ORIGINALE NETFLIX DA ASPETTARE CON ANSIA

jessi_key_002_h

Marvel’s Jessica Jones:

Ok. In realtà quando leggerete l’articolo la serie sarà già uscita, ma per il momento sono in trepidante attesa. Primo: Daredevil ha alzato l’asticella della qualità delle serie Marvel. Secondo: Jessica Jones non indossa la maschera come tutti, anzi è una ex supereroina che soffre di disordini da stress post-traumatico e deve lavorare come tutti i comuni mortali. Terzo: il ruolo da protagonista è interpretato da Krysten Ritter, Jane Margolis di Breaking Bad e Chloe di Don’t Trust the B—- in apartment 23, motivo di per sé sufficiente per vedere la serie.

Ps. Dalle serie elencate mancano Marvel’s Daredevil e Unbreakable Kimmy Schmidt perchè già trattate nei precedenti numeri di Versione. Ovviamente ne consiglio vivamente la visione!

Annunci

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...