Adobe Illustrator: Lo strumento “Pattern”

a cura di Sebastiano Marconcini

È ormai passato un anno dal primo numero di Versione, quindi mi è sembrato giusto dedicare il tutorial di questo numero al software con cui è partita questa rubrica: Adobe Illustrator.

Questa volta parliamo dello strumento Pattern e come sempre partiamo dalla classica domanda: a cosa serve? Attraverso questo strumento possiamo realizzare a nostro piacimento retini o pattern, mediante anche delle texture specifiche, che poi possiamo salvare ed utilizzare quando vogliamo. Nello specifico vedremo come realizzare un classico retino a maglia quadra, ma le possibilità sono infinite.

Partiamo realizzando l’elemento base attraverso cui creare il nostro pattern. Questa è la fase più importante perché dobbiamo realizzare il nostro elemento a seconda dell’effetto che vogliamo ottenere, quindi potrebbe essere necessario fare più tentativi. Per il nostro caso specifico qui realizziamo un quadrato con quattro segmenti di colori diversi.

Una volta definito il nostro elemento andiamo nel menu Oggetto e selezioniamo la voce Pattern > Crea.

Figura1

In questo momento entriamo in modalità di modifica pattern e ci viene ricordato che il pattern che stiamo creando è già stato aggiunto al pennello campioni. A questo punto ci appare anche il pannello per l’impostazione del pattern, dal quale possiamo impostare i seguenti comandi principali:

  • Nome: possiamo rinominare il pattern a nostro piacimento;
  • Tipo Porzione: la distribuzione che il nostro oggetto deve avere all’interno del pattern, di cui consiglio sempre di fare alcune prove fino ad ottenere l’effetto voluto;
  • Larghezza/Altezza: possiamo modificare le dimensioni dell’oggetto rispetto a come lo abbiamo disegnato;
  • Spaziatura H/V: se spuntiamo la casella “Dimensione porzione come disegno” possiamo indicare una spaziatura che ci deve essere tra gli oggetti che compongono il pattern;
  • Sovrapposizione: se per tipo di porzione o spaziatura gli elementi si sovrappongono possiamo decidere quali elementi debbano rimanere sopra.

Figura2

A questo punto possiamo chiudere dalla voce in alto a sinistra, e applicare il pattern come fosse un qualsiasi riempimento. Se decidiamo che l’effetto non ci soddisfa possiamo modificare il pattern creato facendo doppio click sul nostro pattern nel pannello campioni e si riaprirà così la modalità di modifica pattern. Qualora volessimo mantenere anche il pattern precedente basta cliccare in alto a sinistra su Salva una copia prima di chiudere.

Figura3

Ora possiamo salvare il nostro pattern cliccando sull’icona in basso a sinistra del pannello campioni e fare Salva Campioni. Così facendo potremo salvare il pattern creato sul nostro computer e riutilizzarlo in progetti futuri. Dalla stessa icona si possono poi riprendere i campioni creati ed alcuni di default che offre lo stesso programma alla voce pattern e che dall’immagine potete vedere utilizzati nella prova appena fatta.

Figura4

Per visualizzare le immagini in alta risoluzione basta cliccare su di esse. Per chiarimenti o anche richieste per i prossimi tutorial, scriveteci nella sezione commenti.

Annunci

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...