Economicità, etica ed estetica nell’opera di Adolf Loos

a cura di Marco Mangiamele

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Avrei avuto qualcosa da mostrare, cioè un’abitazione in cui i locali fossero distribuiti nello spazio e non sul piano come è stato fatto finora, un appartamento sopra l’altro. Grazie a questa soluzione avrei consentito all’umanità di risparmiare parecchio tempo e lavoro sulla via del progresso. Non esiste però il progresso per le cose ormai risolte. Esse hanno mantenuto la stessa forma attraverso i secoli, finché in seguito a una nuova scoperta non sono cadute in disuso e una nuova forma di civiltà non le ha radicalmente trasformate”.

Tratto dallo scritto di Adolf Loos in memoria di Josef Veillich. Potete leggere l’intero articolo dedicato all’opera di Adolf Loos nel terzo numero di “Versione”, consultabile online.

Fonte Immagini:

01-02. Borgomainerio Alessandro, Adolf Loos. Architettura e Civilizzazione, Mondadori Electa, Milano, 2008 03-07-08. Denti Giovanni, Adolf Loos. Villa Muller, Alinea, Firenze, 1999 04. Fare Decorazione 05. Diseno y Arquitectura 06. Haus am Michaelerplatz, Wien 1, Michaelerplatz 3, 1909/11. Ehemaliges Geschäftshaus für Herrenmode “Goldmann & Salatsch”, © derStandard.at GmbH 2014 09. Wiki Arquitectura 10-11. Museo della città di Praga

Annunci

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...