Cinema: Mathieu Kassovitz

Ma è il tizio di Amelie?

Bingo. È proprio lui. Nino. Coloro che hanno visto “Il favoloso mondo di Amelie“ lo identificheranno come il tizio delle foto. Mathieu Kassovitz, parigino di origini ungheresi, classe 1967. Direttore, attore, sceneggiatore e fondatore della casa cinematografica MNP Enterprise (per auto-promuoversi, chiaro) che però chiuse nel 2010. Inizia la carriera come attore nei film di suo papà e così si avvicina al cinema. Decide di abbandonare la scuola a soli 17 anni e dedicarsi completamente al mondo della settima arte.

Nel 1993 esce il suo primo film “Metisse(Cafe au Lait), ossia “meticcio”, storia di un triangolo amoroso atipico, tra una ragazza dalla pelle color caffè latte, un ragazzo caucasico (interpretato da Mathieu Kassovitz) e un ragazzo di colore. Lei rimane incinta: ma il figlio, di chi e?

Il film valse due premi Cesar. Restiamo sempre sul territorio parigino con “L’odio” (La haine) che ebbe un enorme successo: con questo film vinse 3 premi Cesar Award per il miglior film, miglior montaggio e miglior produttore ed il premio per miglior direttore al Festival di Cannes nel 1995. Il film vede come protagonisti tre ragazzi della banlieue parigina.

Assassin(s)” esce nel 1997 e quando lo vidi, dissi: “Cosa ci fa Palterer con una pistola?” L’attore principale, Michel Serrault, gli assomiglia. O viceversa. Mr. Wagner (Serrault) è un killer che fa il suo lavoro con passione ma sta invecchiando. Conosce Max (interpretato da Kassovitz) quando questo tenta di entrare nel suo appartamento. Vorrebbe passare la sua passione al giovane Max ma i tempi sono cambiati e nemmeno gli assassini sono piu quelli di una volta… Seguono altri due film, di una fase differente: “I fiumi di porpora” e “Gothika”.

Stufo di stare in Francia se ne va a Los Angeles. La verità però è che con Rebellion, ultimo thriller uscito nel 2011, vinse solo un Cesar (equivalente francese degli Oscar americani). Nella competizione quell’anno ci furono anche altri due film francesi, “The Artist” e “Untouchables”, che soffiarono via molti premi al povero Kassovitz.

È facile lamentare che il cinema francese stia andando a rotoli dopo i tempi d’oro della Nouvelle Vague quando poi si producono film hollywoodiani come “Gothika” o peggio ancora lo sci-fi “Babylon AD” con Vin Diesel. Tralasciando questa ultima fase di Kassovitz, raccomando vivamente “Metisse”, “L’odio” e “Assassin(s)”.

Un film: L’odio

Mathieu Kassovitz

«Questa è la storia di un uomo che cade da un palazzo di 50 piani. Mano a mano che cadendo passa da un piano all’altro, il tizio per farsi coraggio si ripete: “Fino a qui, tutto bene. Fino a qui, tutto bene. Fino a qui, tutto bene”. Il problema non è la caduta, ma l’atterraggio

Questa è la scena iniziale del film ed è già promettente. È la vicenda di tre ragazzi della periferia parigina, tratta da una storia vera: Vinz (interpretato da un favoloso Vincent Cassel), Hubert e Saïd. Vinz è un ebreo che crede di conquistare rispetto con la violenza, Hubert è un ragazzo di colore pacifico e Saïd è un magrebino. È presente un quarto ragazzo, Abdel, amico dei tre, pestato a morte dalla polizia e sdraiato in ospedale in fin di vita. Il film gira attorno a questo evento, mostrando cosa successe nei giorni precedenti e antecedenti l’evento di pestaggio brutale. Vinz vuole vendicarsi ed uccidere il poliziotto che ha picchiato il suo amico e trova una pistola: diventa famosa la scena di costui di fronte ad uno specchio che ripete quasi in modo ossessivo la battuta di De Niro in Taxi Driver: “You talking to me?”. Riusciranno i tre giovani a vendicare l’amico?

 

Annunci

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...