Albe Steiner: “Le persone scompaiono, le cose fatte restano” A.S.

a cura di Silvia Marmiroli

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le prime parole che vengono in mente pensando ai lavori di Albe Steiner sono: semplicità e linearità. La pulizia stilistica trova un equilibrio perfetto all’interno del suo contesto, sia che si parli dell’impaginazione di una rivista, di un manifesto pubblicitario o di un manifesto di propaganda. Potete leggere l’intero articolo dedicato all’opera di Albe Steiner sul terzo numero di “Versione”, consultabile online.

Fonti immagini:

01-02-03-04-05-06-07-08-09-10. Anna Steiner (2006), “Albe Steiner”, Edizioni Corraini, Mantova

Annunci

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...